erbe ayiurvediche tintorie e curative

AVVOLTA DAL SARI: LEI LA DONNA INDIANA

La donna indiana si racconta tra virtu’ e bellezza

Buonasera, io in questo preciso istante vi voglio parlare di una bellezza particolare che il 90% delle donne invidiano: Le donne indiane! Cosa hanno in piu’ rispetto a noi? Cambia la moda, loro indossano il Sari, un capo molto diffuso lungo dai 5-7 metri termina con un pollu un lembo decorato, in cotone o sintetico, in tinta unita o decorato, avvolto in modo differente al corpo della donna. Devono essere coperte spalle e gambe, si possono mostrare schiena e ombelico. E secondo voi solo l’abbigliamento è così particolare e curato nei minimi dettagli? No. E’ la capigliatura di queste donne che ammalia noi donne. Sarà sicuramente la loro genetica ad avere un capello forte, folto e lucido, però noi non siamo da meno. Nel nostro piccolo possiamo curare la nostra chioma prendendo esempio dalla loro. Bastano pochi euro per renderla simile. Avete sentito parlare dell’uva spina indiana? Quell’uva spina si chiama Malacca o Amla dal sanscrito Amalaki è un albero a foglie decidue e i suoi frutti sono commestibili. Dall’Amla si ricava la polvere e l’olio. A cosa serve? Per ridonare lucentezza ai capelli e soprattutto contrastare la caduta e non è tanto consigliata per chi ha i capelli chiari perchè scurisce un pò i capelli. Oltre all’amla l’India ci offre altre erbe, ma ve ne parlerò nel prossimo articolo.

Simona Lenti

Donna indiana

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *